Imparare una nuova lingua a volte è davvero un’impresa complicata che comporta dispendio di tempo e dedizione.

lo spagnolo non ne fa eccezione, non sottovalutiamolo! 

Anche se molto simile all’italiano è a tutti gli effetti una lingua straniera, certamente molto più semplice del cinese o dell’arabo da studiare per noi italiani perché anch’essa deriva dal latino ma questo a volte può essere penalizzante perché una parola in spagnolo può avere un significato completamente diverso in italiano!

Dunque, non ci rimane che studiare.

Tranquillo, abbiamo preparato per te 10 trucchi per imparare lo spagnolo in modo divertente, gratis e senza fare troppa fatica

1- Impariamo la pronuncia spagnola

Una cosa importantissima per chi vuole imparare una nuova lingua è imparare la pronuncia in modo corretto, nel nostro precedente articolo sull’alfabeto  troverai tutto ciò di cui hai bisogno.

L’alfabeto spagnolo è pressochè uguale al nostro ma la pronuncia di molte lettere cambia e cosa da non sottovalutare è la presenza di alcune lettere che non sono presenti nell’alfabeto italiano di cui la pronuncia per noi è veramente difficile, ed è per questo che  abbiamo realizzato un podcast dove potrai ascoltare un vero madrelingua spagnolo pronunciare l’alfabeto così potrai imparare la pronuncia corretta. 

Qui sotto troverai la pronuncia di ogni lettera in spagnolo:

A = a

B = be

C = se

CH = c (la nostra “c” seguita da vocale, come la c di “civetta” o “cioccolato”)

D = de

E = e

F = efe

G = ge (si legge “he”,)

H = ace

I = i

J = jota (si legge “hota”,)

K = ka

L = ele

LL = elle (si legge “gl”, )

M = eme

N = ene

Ñ = eñe (si legge “egne”)

O = o

P = pe

Q = cu

R = ere

S = ese

T = te

U = u

V = uve

W = uve doble

X = equis (si legge “echis”)

Y = i griega

Z = zeta

2- Memorizziamo semplici parole 

Più parole spagnole hai memorizzato e più sarà semplice poter parlare uno spagnolo fluente. 

Cerca di memorizzare il più possibile parole semplici e di uso quotidiano. 

Da uno studio si evince che il nostro cervello può gestire meglio piccole quantità di informazioni piuttosto che molte tutte insieme.

Prova a creare piccoli gruppi di parole e cerca di memorizzarle. 

Dopo una breve pausa crea un altro piccolo gruppo di parole. 

In questo modo dovrai riuscire ad imparare almeno 25-30 nuove parole al giorno!

3 – Impariamo a coniugare i verbi in spagnolo

E fondamentale imparare a coniugare i verbi per imparare bene lo spagnolo.

Un po’ come in italiano, i verbi in spagnolo si dividono in regolari ed irregolari e terminano in “-ar”, “-er” o “-ir”

 Un esempio con il verbo regolare “hablar”:

Yo hablo – io parlo

Tú hablas – tu parli

Usted habla (usted significa “lei” inteso come “tu” formale) – lei parla

Él/Ella habla – lui/lei parla

Nosotros hablamos – noi parliamo

Ustedes hablan – voi parlate (formale)

Vosotros habláis – voi parlate (non formale)

Ellos/Ellas hablan – loro parlano

Un esempio con il verbo irregolare “ir” (andare):

Yo voy – io vado

Tú vas – tu vai

Usted va – lei va (tu formale)

Él/Ella va – lui/lei va

Nosotros vamos – noi andiamo

Ustedes van – voi andate (formale)

Vosotros vais – voi andate (non formale)

Ellos/Ellas van – loro vanno

4 – Impariamo le regole dei generi in spagnolo

Così come per l’italiano, anche in spagnolo, ad ogni sostantivo viene assegnato un genere (maschile, femminile o neutro).

In genere i sostantivi che terminano con la lettera “o”, come “el sol” ( il sole)  sono di genere maschile e le parole che terminano con la lettera “a”, come “la revista” sono di genere femminile. Tuttavia, come succede con l’italiano ci sono molti sostantivi che non finiscono in “a” o in “o”, quindi questa regola non si può applicare sempre.

Ci sono eccezioni dove il genere di un sostantivo in spagnolo è l’opposto a quello italiano come ad esempio:

  • La flor (il fiore) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *